Manutenzione dei tergicristalli: sostituire le spazzole e cambiare i liquidi, quando va fatto

lunedì 19 febbraio 2018

Autore: Staff

La visibilità è il primo fattore di sicurezza quando si è alla guida. Poter scorgere con ampio anticipo gli ostacoli che si frappongono sul nostro cammino ci consente di adottare per tempo tutte le necessarie contromisure.
È ovvio, quindi, che (al di là dei nostri decimi di vista), il presidio di visibilità numero uno sia il parabrezza: quando questa ampia superficie trasparente è pulita la guida risulta più sicura, oltre che più rilassata.


A tenere pulito il parabrezza contribuiscono in maniera determinante le spazzole tergicristalli, o lavavetro che dir si voglia. Troppo spesso, infatti, trascuriamo l’efficienza di questo semplice ma fondamentale strumento, che è stato uno dei primi ad essere installato sulle automobili, già agli inizi del ‘900.

Tergicristalli: manutenzione e controllo lama

Al di là del movimento meccanico del braccio (che difficilmente, peraltro, si guasta), tutta l’efficacia dei tergicristalli è racchiusa nello stato di salute della lama di gomma destinata a detergere il parabrezza, lama detta anche “gommino”. Quando questo ha una superficie d’appoggio liscia ed uniforme, il parabrazza viene pulito alla perfezione: se cominciano a comparire le classiche “strisce”, significa che o c’è un micro corpuscolo impigliato sotto alla gomma oppure quest’ultimo si sta consumando irregolarmente e quindi richiederà a breve una sostituzione.


La lama in gomma non ha una durata eterna: spesso, specie se usata molto (come è accaduto in quest’anno, piovosissimo), anche se è ben tenuta, meno di un anno. Ci sono però accorgimenti per farla durare di più: il primo è la pulizia periodica. Bastano una pezzuola o un po’ di cotone, imbevuti di un detergente (come il classico Vetril) da passare sul filo del gommino, delicatamente ma con decisione, tenendo ben fermo il braccio del tergicristallo. L’operazione va ripetuta finchè lo straccetto non rimane pulito.

Temperature molto elevate d’altronde tendono a seccare la gomma presente sulla spazzola, la quale contrariamente a quanto si potrebbe pensare tende ad usurarsi maggiormente durante il periodo estivo. Per questo motivo il modo migliore per mantenere i propri tergicristalli nella massima efficienza è sfruttare il cambio stagionale degli pneumatici per far revisionare anche le spazzole.

Il gommino

Il secondo accorgimento è evitare stress al gommino del tergicristallo, facendolo scorrere su un parabrezza pieno di sporco (polvere, insetti, ecc.) senza l’ausilio del liquido detergente contenuto nell’apposita vaschetta nel vano motore, il cui livello (in genere contiene alcuni litri) va costantemente rabboccato per evitare di trovarsi “a secco”, magari in condizioni climatiche avverse.

Attenzione, aggiungere solo acqua serve a poco, perché l’acqua può al massimo togliere i residui di polvere o gli schizzi di fango, ma non ha alcun potere sgrassante e quindi è inutile, ad esempio, contro gli insetti o sporco più “oleoso”. Il vostro concessionario di fiducia conosce bene i giusti prodotti per rabboccare il serbatoio, di conseguenza conviene chiedere di effettuare questa operazione ogni volta che vi si presenta l’occasione. I liquidi infatti hanno una loro stagionalità: un prodotto che agisce bene con il freddo non avrà la stessa efficacia d’estate e viceversa.

Pericolo ghiaccio

Il ghiaccio è l’altro grande nemico dei tergicristalli: se sul parabrezza compare la nota patina bianca che ci impedisce di vedere fuori, non tentate di romperla usando le spazzole del tergicristallo. Meglio usare uno spray deghiacciante che agisce molto rapidamente, o, in alternativa, ricorrere al vecchio ma sempre efficace raschietto; se invece non avete fretta, accendete il motore, attivate il climatizzatore e dirigete il getto dell’aria (meglio tiepida) verso il parabrezza. Si “pulirà” rapidamente.

Sostituzione dei tergicristalli

sostituzione tergicristalli

La sostituzione periodica delle spazzole tergicristallo è raccomandabile, soprattutto se le righe che vi compaiono davanti agli occhi si moltiplicano. Se siete dei maghi del “fai da te” potete tentare di sostituire anche il solo gommino, ma il rischio è quello di produrre più danni che altro, oltre ad invalidare la garanzia della vettura.

Tutta la rete ufficiale Mercedes-Benz, tra cui figura NewPadovaStar, utilizza spazzole ufficiali e certificate dalla Stella, con prestazioni di riferimento in termini di durata e sicurezza. Oltre alla certezza di avere un prodotto di qualità elevata non andremo ad intaccare la garanzia ufficiale del produttore, tutelandoci contro eventuali rivalse dell’assicurazione nel caso di sinistro.

La qualità è nei dettagli, per questo si sceglie Mercedes. Montare esclusivamente componenti originali è redditizio anche nel caso in cui decidessimo di vendere la nostra auto. Equipaggiare la propria vettura con spazzole originali, infatti, è inequivocabilmente sinonimo di cura per l’auto.

Curiosità: Mercedes e il Magic Vision Control

Il Marchio della Stella ha recentemente introdotto sul mercato un innovativo sistema per la pulizia del parabrezza. Il nome è Magic Vision Control, l’ambasciatrice è la nuova Classe E Cabrio. Questo sistema si avvale di piccoli fori laser posti lungo le spazzole che si attivano in maniera parzialmente autonoma.

In questo modo non vi troverete con acqua saponata tra i capelli durante l’estate ma, soprattutto, d’inverno il Magic Vision si avvale di condutture elettriche che impediscono di far aderire la neve.

Anche la guida del tergicristallo infatti presenta una resistenza termica che, fino ai 5 gradi, richiede solamente 40 watt, potenza che può essere incrementata fino a cinque volte per affrontare temperature particolarmente rigide. Questo sistema sostituirà gradualmente i tergicristalli standard.

Lascia un commento

Accedi

Password dimenticata?

Registrati
(leggi)